Archivi categoria: Poesia

POESIA ILLUMINAZIONE – Lenore Kandel

siamo stati tutti fratelli, ermafroditi come ostriche donando le nostre perle spontaneamente nessuno aveva ancora inventato la proprietà né la colpa né il tempo guardavamo le stagioni passare, eravamo cristallini [come neve e ci fondevamo dolcemente in forme nuove mentre … Continua a leggere

Pubblicato in '68 e dintorni, General, Nautilus, Poesia | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su POESIA ILLUMINAZIONE – Lenore Kandel

Falli e mummie – Joyce Mansour

TRA IL SOGNO E LA RIVOLTA LA RAGIONE VACILLA Una frase attraversa la testa assopita Bisogna eludere le torri della cattedrale Giri di sangue nel vento capogiro Luccicanti girini Organi inesplorati Ascesso di fissazione per acrobati verbosi Il ragno appeso … Continua a leggere

Pubblicato in General, Nautilus, Poesia | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Falli e mummie – Joyce Mansour

GLI AEROPLANI SONO MADRI BRONTOLONE – Jim Morrison

Gli aeroplani sono madri brontolone Nelle nostre labili guerre da insetti. Profilattici di nylon le sventolano dietro Guerrieri Troiani nel loro orrido volo ritorto. Lanciati fuori, aspirati via dal suo ventre di metallo, solo un sottile laccio resta a profezia … Continua a leggere

Pubblicato in '68 e dintorni, General, Nautilus, Poesia | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su GLI AEROPLANI SONO MADRI BRONTOLONE – Jim Morrison

Michael McClure: OCCASIONI SPIRITUALI

Che cos’è un’occasione spirituale? Jackson Pollock che con spirali di pittura oscillanti crea lo schizzo di un’immagine in cui compaiono il viso e gli occhi di una donna perfetta? No, non solo Pollock ma l’intera galassia a spirale degli espressionisti … Continua a leggere

Pubblicato in '68 e dintorni, General, Poesia, Stati di coscienza modificati | Commenti disabilitati su Michael McClure: OCCASIONI SPIRITUALI

L’INTERROGATORIO di Erich Muhsam

Si chiama? mi domandò il commissario di polizia. Dissi il mio nome. Nato? Si! Quando, intendevo. Dissi la data. Religione? Non sono affari suoi. Scriva: giudeo! E il funzionario scrisse. La sua professione? Lirico. Cosa? Li-ri-co Cosa? Deliro. De-li-ran-te! Sillabò … Continua a leggere

Pubblicato in Critica Radicale, General, Poesia | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su L’INTERROGATORIO di Erich Muhsam

Lenore Kandel: The love book

Questi versi per qualche arcano motivo hanno dato vita, loro malgrado, a uno dei casi giudiziari più noti nella storia di San Francisco quando, a metà degli anni ’60, The Love Book è stato sequestrato dagli scaffali della libreria City … Continua a leggere

Pubblicato in '68 e dintorni, Nautilus, Poesia, Stati di coscienza modificati | Contrassegnato , , , , , , , | Commenti disabilitati su Lenore Kandel: The love book

UN UOMO CHE HA UNA VISIONE. Intervista a Gianni Milano

“…Un uomo che ha una visione non è in grado di servirsi del suo potere finché non ha rappresentato la visione sulla terra, davanti alla gente” Alce Nero, 1863 – 1950, uomo di medicina Sioux   «Forse fu per questo … Continua a leggere

Pubblicato in '68 e dintorni, General, Nautilus, Poesia | Commenti disabilitati su UN UOMO CHE HA UNA VISIONE. Intervista a Gianni Milano

NON SOLO BEAT di Gianni Milano

Il libro – a cura di Chiara Maraghini Garrone e introduzione di Matteo Guarnaccia-  è un lungo viaggio on the roadcon Gianni Milano a partire dalla sua nascita, il trasferimento a Torino dopo il 25 aprile 1945, la città bombardata e … Continua a leggere

Pubblicato in '68 e dintorni, Nautilus, Poesia | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su NON SOLO BEAT di Gianni Milano

Il morto Georges Bataille

Inquietante e osceno, è ciò che si sarebbe tentati di pensare nel leggere questo racconto di Georges Bataille perché testo come in altre sue opere accomuna, spingendole al parossismo, sessualità e morte. Può sembrare crudele, oltraggioso, scandaloso, blasfemo, ma leggendolo … Continua a leggere

Pubblicato in General, Nautilus, Poesia | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Il morto Georges Bataille

Alfred Jarry

Alfred Jarry detto l’indiano, ama le inquietudini dell’esistente, le demoniache illuminazioni, le scienze occulte, l’araldica, la bicicletta, le rivoltelle. È lui che, con due pistole, durante uno spettacolo circense terrorizza i vicini nel tentativo di convincerli delle sue capacità di … Continua a leggere

Pubblicato in General, Nautilus, Poesia | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Alfred Jarry